top of page

DISINTOSSICATI DAGLI ZUCCHERI, NE TRARRAI BENEFICI INCREDIBILI


Per iniziare una efficace depurazione è di prioritaria importanza la disintossicazione dagli zuccheri raffinati; ecco alcune regole che ti aiuteranno:

  1. Smetti subito: il miglior modo per bloccare una dipendenza è quello di “fermarsi”, senza mezze misure. Un alcolista non si può permettere di bere di tanto in tanto.

  2. Evita per 10 giorni tutti i prodotti che contengono zuccheri, farine bianche e dolcificanti artificiali.

  3. Non “bere” le Calorie. Qualsiasi caloria dello zucchero in forma liquida è peggiore di quella in forma solida. Questo perché lo zucchero in forma liquida è più facilmente assimilabile dal fegato. Succhi di frutta, bibite gasate, bevande sportive, caffè e tè zuccherati sono la principale fonte calorica di zuccheri nella dieta di molte persone. Un ragazzo che beve una lattina di cola al giorno (o un’altra bevanda gassata) avrà il 60% in più di possibilità di diventare obeso, mentre una donna avrà l’80% in più di possibilità di ammalarsi di diabete del tipo 2.

  4. Sfrutta le proteine. Le proteine aiutano a equilibrare i livelli di zuccheri e insulina nel sangue. Inizia la giornata con delle uova o dei semi oleosi. Inserisci a ogni pasto noccioline, semi, uova, pesce, pollo o carne di animali allevati al pascolo.

  5. Carboidrati (buoni) a volontà. Sapevi che un sacco di verdure sono ricche di carboidrati? Sentiti libero di mangiarne quante ne desideri, non solo quelle ricche di amidi come le patate, la zucca o le barbabietole. Abbonda (sempre per 10 giorni) anche con quelle verdi come i broccoli, cavolfiori, cavoli, asparagi, peperoni, fagiolini, zucchine e carciofi.

  6. I grassi non ti rendono grasso, ti rendono completo, inoltre riequilibrano la glicemia e sono una parte necessaria della nostra struttura cellulare. Integra grassi buoni a ogni pasto, come la frutta secca, l’olio extra vergine di oliva e il burro di cocco. I grassi ti aiuteranno a tenere gli zuccheri alla larga.

  7. Quando il livello degli zuccheri nel sangue è in calo, nella tua testa potrebbe scattare un meccanismo che in tanti conoscono: “La voglia di schifezze”. Prepara degli snack facili da portare sempre con te, in questo modo non sarai tentato dal primo distributore automatico. Anche un po’ di frutta secca sarebbe l’ideale.

  8. Meno Stress, Meno Appetito. Molti non sanno che il Cortisolo, l’ormone dello stress, molto spesso aumenta l’appetito, facilita l’accumulo di grasso nella pancia e, in alcuni casi, può portare al diabete di tipo 2.

  9. Respirare profondamente per pochi minuti riduce i livelli di stress e stimola il metabolismo nel bruciare più grassi anziché accumularli. Esegui cinque respiri lenti e profondi: inspira e conta fino a cinque, espira e conta fino a cinque. Fallo per cinque volte di seguito prima di ogni pasto e guarda cosa succede!

Le infiammazioni all’intestino possono provocare squilibri di zuccheri nel sangue, insulino-resistenza e diabete di tipo 2. Glutine e latticini sono due intolleranze alimentari nascoste che tantissime persone non sanno di avere. Potresti fare una prova eliminando dalla tua dieta questi alimenti, almeno per 10 giorni. Vedrai come energia e vitalità aumenteranno notevolmente. Sono stati condotti degli studi su studenti universitari ai quali è stato detto di dormire 2 ore in meno rispetto alle 8 ore standard. I risultati hanno mostrato un netto aumento degli ormoni della fame, soprattutto voglia di carboidrati e zuccheri raffinati. Quando si dorme poco il nostro corpo richiede degli alimenti capaci di dare un supporto energetico, quindi alimenti che contengono zuccheri. Un sano riposo terrà a bada questo bisogno. Per ulteriori informazioni contattatemi.


Dott.ssa Monica Spelta

Tel 320-4676288

monica.spelta@gmail.com

www.studiospeltanaturopatia.it

P.zza Garibaldi, 74 - Sassuolo (MO) o via Pico 21 - Mirandola (MO)

</