top of page

LA SEGALE, RICCA DI LISINA E ALTRE PROPRIETA': SCOPRIAMO I BENEFICI E LE RICETTE


La segale è una pianta appartenente alla famiglia delle Graminacee presente da secoli nell'alimentazione umana.

Al momento la segale in chicco è poco presente nella nostra alimentazione ma andrebbe riscoperta dato che è ricca di proprietà benefiche.

Più conosciuta è la farina di segale che viene utilizzata per la preparazione del tradizionale pane di segale o pane nero.

La segale è un cereale caratterizzato da un’alta presenza di lisina, un amminoacido fondamentale all’interno di un’alimentazione equilibrata e sana.

Generalmente, contrariamente ai legumi, i cereali non hanno una grande presenza di lisina, proprio per questo la sua presenza nella segale risulta straordinaria.

Scopriamo tutte le sue proprietà nutrizionali:

1) Regolarizza l’intestino: soprattutto per chi ha problemi di stitichezza, la segale è un prezioso alleato per contrastare questo fastidioso disturbo, grazie alla sua ricchezza in fibre.

2) Basso indice glicemico: con un indice glicemico pari a 45, la segale si attesta sicuramente tra gli alimenti consigliati a persone diabetiche o che seguono un regime alimentare controllato per il metabolismo degli zuccheri. Essendo ricca di fibra, crea una pellicola che rallenta l’assorbimento degli zuccheri.

3) Ricostituente:una sorta di “super food”. La sua ricchezza a livello di componenti la rende perfetta come alimento in tutti i regimi alimentari da convalescenza o in seguito a particolari situazioni di stress.

4) Regolarizza la pressione sanguigna.

5) Favorisce il controllo della flatulenza.

6) Coadiuva la digestione.

7) Aiuta nei processi di dimagrimento.

Il tipo di fibra presente in questo minerale è abbastanza unico. Infatti, a causa delle sue caratteristiche organolettiche, conferisce un senso di sazietà maggiore rispetto a quello di altri cereali. In questo modo riduce l’appetito ed è quindi utile a chi vuole perdere qualche chilo di troppo.

8) Calcoli biliari: recenti studi hanno dimostrato che la pianta può contribuire a ridurre l’entità dei calcoli biliari. La fibra di questo cereale infatti può ridurre la quantità di acidi biliari con conseguenti benefici sulla formazione dei calcoli.

Il consumo di segale e di farina di segale non è indicato per chi soffre di celiachia e di intolleranza al glutine;salvo queste diete specifiche o casi di allergie e intolleranze il consumo di segale non dovrebbe risultare problematico.

L’ottimale è cucinare la segale in chicchi, li si può usare come minestra o come accompagnamento di verdure. Il chicco va messo preventivamente in ammollo e vi deve rimanere almeno per 12 ore, in pentola va rispettata la proporzione di 1 parte di segale e 3 o 4 parti di acqua. La cottura è piuttosto lunga, infatti in pentola tradizionale dura non meno di un’ora.

Ricette

Polpette di segale, ceci e cavolfiore

(per 4 persone):

170 gr segale in chicchi già cotta

125 gr di ceci già cotti

100 gr di cavolfiore giallo crudo

1/2 spicchio di aglio facoltativo

1-2 cucchiai di farina di piselli

Olio extravergine d’oliva

Sale

Nel mixer inserire la segale in chicchi precedentemente cotta, i ceci ben sciacquati, il cavolfiore, l’aglio, un pizzico di sale e frullate a intermittenza per qualche secondo.

Trasferite il composto in una ciotola e aggiungete la farina di piselli (1-2 cucchiai, di più o di meno, regolatevi in base al vostro composto) per rendere il composto compatto.

Sporcatevi le mani di olio, prelevate dell’impasto e formate le vostre polpette.

Adagiatele su una teglia foderata con carta forno e infornate, in forno preriscaldato e in modalità statica, a 200 gradi per 15/20 minuti.

Chicchi di Segale e fagioli Atzuki verdi con ortica e menta (ingredienti per 4 persone):

200 gr di segale in chicchi bio

200 gr di Atzuki verdi bio

1 dado vegetale bio senza glutammato

Sale rosa, olio evo e pepe q.b.

Una manciata di foglie di menta fresca

Una manciata di foglie di ortica essiccata

Cipolla e/o aglio tritati (se graditi)

Sciacquare bene legumi e cereali e verificare se è necessario l'ammollo preventivo, come da indicazioni del produttore in etichetta e il tempo di cottura necessario (si dimezza in pentola a pressione).

In un'ampia pentola cuocere legumi e cereali insieme in abbondante acqua e dado vegetale per il tempo indicato in confezione aggiungendo anche l'ortica essiccata; calcolate di mettere prima l'ingrediente con il tempo di cottura maggiore (nel mio caso la segale necessita ca. 50 min.) e di aggiungere poi l'altro (gli Atzuki solo 20 min.) al momento giusto.

A cottura ultimata se necessario scolare il liquido in eccesso. Aggiustare di sale e pepe.

Unire la menta tritata e un filo di o